CELEBRITY HERITAGE: MILLENNIALS

“I giovani nati tra il 1982 e il 1996 e le generazioni successive rivoluzioneranno completamente i sistemi scolastici e lavorativi, non soltanto con un’infinita disponibilità di corsi online e rapporti di lavoro, ma con un’aspirazione più qualitativa: la ricerca di sistemi che soddisfino il loro potenziale e le loro ambizioni, ad iniziare dalla comunicazione, passando per la pubblicità, lo shopping e i viaggi. L’impatto che questi cambiamenti avranno sul modo in cui viviamo è ancora tutto da scoprire”

— Izaskun Chinchilla

Si potrebbe dire che ogni generazione può essere descritta con una parola. “Influenza” potrebbe essere quella adatta per gli anni tra il 2010 e il 2020, almeno per il momento. I social media hanno portato alla luce riferimenti e personalità assolutamente nuovi, mentre il concetto di celebrity si è evoluto, ma non si può negare che sia più facile ottenere un’aura di notorietà con l’aiuto dei genitori, specialmente se si è uno di questi giovanotti.

La moda non è immune ai cambiamenti – nuovi concept e correnti appaiono continuamente e si sa: o ci si rinnova o si è destinati a scomparire. Ecco perché al giorno d’oggi è sempre più facile trovare molte delle nostre icone fashion sulle passerelle durante le sfilate. Molti brand ricorrono sempre più di frequente a questi nuovi talenti, chiamati comunemente millennials, e a riservare proprio a loro il posto in prima fila. In caso vi siano sfuggite alcune di queste figure emergenti vi presentiamo la nuova born-to-be modelling generation:

BECKHAM SAGA

Appena qualche mese dopo il debutto come modello del fratello maggiore Brooklyn (1999) sulla copertina di Miss Vogue UK , Romeo (2002), che non è ancora grande a sufficienza per fare acquisti nel reparto uomo, lo ha superato approdando alla campagna Burberry dedicata alle vacanze di Natale.

 photo 1_brooklyn beckham.jpg

Il carisma non si può ereditare, ma certamente entrambi hanno quell’attitudine audace necessaria a mettersi in posa davanti o dietro una fotocamera, come ha fatto Brooklyn per la campagna Burberry Brit Fragrances. Victoria e David sono certamente i più indicati per far sì che la loro carriera possa decollare.

 photo 2_romeo beckham.jpg

Che progetti avranno invece Cruz e Harper ?

DYLAN BROSNAN

Osservando i tratti espressivi del volto e la mascella dovreste intuire di chi sia figlio. Occhi scuri a parte, chiaramente non ereditati dallo 007 Pierce Brosnan, si può notare che siamo di fronte alla svolta generazionale di Saint Laurent degli ultimi cinque anni. La sua trasformazione da timido figlioletto di 007 e Keely Shaye Smith ad uno dei giovani personaggi più cool dell’industria del Fashion è stata notevole. In ogni caso, ringraziamo Hedi Slimane per aver scoperto questo giovane talento di quasi 2 metri di altezza.

 photo 6_dylan.jpg

PRESLEY GERBER

LA  riporta sempre alla mente gli psichedelici anni Sessanta: i suoi colori vivaci e gli scandali di Hollywood e, come sempre, lo show di Jeremy Scott per Moschino S/S 17 non è stato da meno; è qui che Presley, il figlio di Cindy Crawford, ha fatto il suo debutto sulle passerelle. Dopodiché, pochi giorni dopo ha aperto la sfilata di Dolce&Gabbana per la collezione S/S 17. È facile immaginare che la famiglia Crawford continuerà ad essere protagonista del mondo della moda con Presley e la sorellina Kaia.

 photo 8_presley.jpg

RAFFERTY LAW

 photo 10_dg-front row.jpg  photo 11_rafferty.jpg

L’ultima sfilata di Dolce&Gabbana non ha lasciato indifferenti, è un fatto. Accanto a Presley Gerber e diverse altre giovani icone fashion, Rafferty Law ha calcato la passerella in maniera eccellente.

 photo 12_rafferty.jpg

Il figlio di Jude Law e Sadie Frost ha debuttato con DKNY nel 2014, ma si è sempre interessato anche di arte e musica, ha fatto parte dei “The Dirty Harrys” e il movimento di Manchester ha avuto un forte impatto sul giovane, che annovera gli Happy Mondays e The Stone Roses tra le proprie influenze.

 photo 10_presley and rafferty.jpg

TUKI BRANDO

 photo 13_tuki.jpg

L’enigmatico nipote di Marlon Brando si è costrutito una personalità credibile e rispettata all’interno del mondo del Fashion. Mettendo da parte le tragedie avvenute in famiglia, Tuki non è soltanto un bel volto che si fa notare sotto ai riflettori. Dopo essere apparso su L’Uomo Vogue nel 2006, ha iniziato a guadagnarsi l’attenzione del fashion business, è stato immortalato da Mario Testino ed è stato il volto di Versace nella Fall camping 2007, ma ora sta completando gli studi di Medicina.

 photo 14_tuki.jpg

Quali sono i vostri “must-follow” millennials?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


tags: , , , , , ,