Molti penseranno che per essere cool nelle località più famose e à la page basti adottare un look adatto, frequentare i ristoranti e gli spot più in voga, essere a conoscenza di piccole tips ai più sconosciute.

Non tutti sono però al corrente del fatto che per ciascuno di questi luoghi corrisponde un determinato tipo di auto.

Lasciate correre l’idea di fare bella figura alla guida di Ferrari, Porsche o Maserati; qui si parla di rispolverare le auto vintage che hanno percorso le strade costiere degli anni ’50 e ’60.

Un’auto per ciascuna località.

 FIAT 500 Ghia Jolly.

Per quasi un secolo in Italia non si è parlato di auto ma di FIAT, il marchio che ha messo gli italiani letteralmente al volante.

Nei decenni la FIAT ha prodotto numerose versioni “da mare” dei suoi modelli iconici ma modello sicuramente più famoso e popolare è la FIAT 500 Ghia Jolly detta anche “Spiaggina”. Questa variante della celebre 500 è stata prodotta a partire dagli anni ’50 e distribuita in Europa e negli Stati Uniti.

Da Ranieri di Monaco ad Aristotele Onassis, sono moltissimi i personaggi del jet-set degli anni ’60 fotografati alla guida dei loro “bolidi” da mare.

I punti di forza di quest’auto sono sicuramente la carrozzeria dalle tinte pastello, l’assenza delle portiere, gli interni in vimini, i dettagli in acciaio nautico e le adorabili tendine a rigoni.

E’ l’auto ideale per affrontare le strade tortuose e gli stretti vicoli di Capri ed Ischia.

 Citroën Méhari.

Anche la Méhari fu pensata partendo da un modello di immenso successo: la Citroën 2CV. Questa variante fu prodotta in oltre 140.000 esemplari e distribuita dal 1968 al 1987.

La particolarità e la caratteristica che ha portato quest’auto al successo quasi immediato è la sua inedita carrozzeria, realizzata in un materiale plastico in grado di garantire leggerezza e al contempo resistenza alla ruggine e alla salsedine.

A differenza della “Spiaggina” Fiat, la Méhari si contraddistingue per le dimensioni più generose e i colori sgargiante.

Durante l’ultimo Salone di Francoforte, Citroën ha presentato la Cactus M, interessante concept car a due porte erede della Mehari.

Il mezzo più adatto e cool per affrontare le sterrate sabbiose di Ibiza e Formentera.

MINI Moke.

La Moke, “spiaggina” disegnata sul modello della Mini, è un’auto prodotta in Inghilterra dalla British Motor Corporation tra il 1964 a il 1968.

Lo produzione venne poi delocalizzata prima in Australia e successivamente in Portogallo, paesi dal clima decisamente più favorevole per un’auto scoperta, e continuata fino al 1993.

Nata come modello militare, solo in seguito venne destinata al mercato civile riscuotendo un discreto successo come auto da “mare”.

E’ l’auto da scegliere per fare la spola tra le Club55 e il Bagatelle di St. Tropez.

 photo fiat 500 Jolly Ghia.png
 photo Brigitte Bardots Saint-Tropez Mini Moke.jpg
 photo mehari-2.jpg

MORE PICTURES?
VIEW ALL 6 PHOTOS


tags: , , ,