Se in principio fu Chanel a portare sulla passerella della sua haute Couture le sneaker, è ormai da qualche stagione che  l’abbigliamento sportivo è entrato a far parte nel lifestyle quotidiano.
Lo stile “athleisure”, così viene chiamato in gergo, inizialmente circoscritto a contesti underground e legato a subculture popolari, è ormai tendenza conclamata, capace di conquistare anche le più intransigenti icone di moda e di street-style.
Un trend senza dubbio pratico e, ammettiamolo, estremamente comodo, ma spesso frainteso e male interpretato. Ecco quindi qualche consiglio per inserire dei capi casual e sportivi nel guardaroba come vuole la tendenza dove pezzi athleisure dialogano con capi più classici
L’athleisure, nel guardaroba maschile, ha fatto la sua prima apparizione in pantaloni della tuta in materiali pregiati, dettagli curati e tagli contemporanei, spostandosi poi con blazer dal taglio sportivo, varsity jacket e caban. Iniziando, quindi, dai joggers, che si possono distinguere in due principali tipologie: quelli che si usano davvero in palestra, quindi traspiranti, pratici e sportivi, e quelli che si utilizzano nella vita di tutti i giorni.

Dove sta la differenza principale? Nei tessuti e nei materiali. Ma se indossare un paio di jogger è così confortevole da sembrare di stare comodamente sul proprio divano, ciò che conta è indossarli con gusto e personalità, magari abbinati a una felpa in cotone a girocollo o una camicia button-down. Evitare di estremizzare il look indossando felpe con il cappuccio e, ovviamente, evitare mix che prevedano maglie da calcio o basket. Per quanto riguarda le giacche, la maggior parte dei modelli dallo stile athleisure è sorprendentemente pratico, fresco e utile. Ne esistono di differenti tagli, colori e stili: una giacca in nylon ultra sottile rappresenta un ottimo strato intermedio tra un parka e una t-shirt. Un modello cool e particolare è senza dubbio la varsity jacket, ormai reinterpretata nelle più diverse declinazioni e con moltissimi materiali. E’ perfetta per un look street-style e va indossata un po’ ampia e baggy. Passando invece a parlare delle felpe, siamo ben lontani dai modelli in spugna o jersey semi lucido; sono in vero athleisure style, quelle in tessuto leggero, con tecnologie traspiranti e dettagli curati. I tagli sono assolutamente slim e i modelli si prestano perfettamente ad essere abbinati a bomber jacket, parka e cappotti casual.

Da sperimentare anche le felpe con cappuccio, indubbiamente pratiche in una giornata di pioggia, rappresentano, indossate appena aperte, un ottimo strato in uno stile caratterizzato dal layering. Infine, le trainers o sneakers, sono state ufficialmente sdoganate e rappresentano da tempo una vera e propria tendenza. Nike ed Adidas, ma anche Santoni, Hogan e Gucci, in modelli puliti, magari in pelle bianca, sono davvero indossabili nella quotidianità e stanno benissimo con un paio di pantaloni scuri in lana.
Le calze abbinate dovranno essere ricche di personalità, altrimenti, via libera ai calzini invisibili che lasciano la caviglia nuda.

Dall’esigenza di soddisfare tempo libero e sport, è recentemente nata Aeance, una nuova collezione caratterizzata da capi per l’allenamento, ma casual al tempo stesso, pensata per la corsa e disegnata in collaborazione con il designer tedesco Hien Le. Giacche a vento in jersey tecnico, maglie a maniche lunghe e corte, gilet antivento presentano un carattere funzionale ma che strizza l’occhio al glamour e al design.

 photo aeance-running-collection-03.jpg photo 13-lookbook01.jpg photo Athleisure-Trend-4.jpg photo Athleisure-Trend-3.jpg photo Athleisure-Trend-1.jpg photo Menswear-Sport.jpg photo Athleisure-2.jpg photo a-.jpg photo Athleisure-Trend.jpg photo a-2.jpg photo Sportswear-gentleman.jpg photo a-3.jpg photo a-zegna.jpg


tags: , , , , , , , , , , ,