IL RITORNO DEL GILET

Il gilet, sia nei suoi modelli più classici che in quelli sportivi, rappresenta un indumento originale e a suo modo stravagante.

Un capo che permette un’interpretazione libera e aperta al gioco e alla creatività.
Comparso per la prima volta alla corte reale inglese nel XVII secolo, era originariamente lungo fino al ginocchio e la sua funzione era unicamente di tipo pratico.
Le sue funzioni erano quella di coprire le bretelle e riporre l’orologio a cipolla nel taschino, prima dell’avvento dell’orologio da polso.

Poi indossato dai Futuristi, che lo amavano in tonalità accese e fantasie artistiche è stato, in particolar modo negli anni 80, rivisto e reinterpretato da molte maison.

Oggi il gilet è tornato in voga in tutte le sue versioni: monopetto, doppiopetto, con o senza baveri, sportivo o elegante.

E’ un capo capace di rendere interessante ogni look, dandogli un tocco di personalità e raffinatezza.

Vestibilità
Il gilet deve essere aderente al corpo e in parte sovrapporsi ai pantaloni, in modo da dare continuità ai due senza che si veda la camicia. Anche la camicia deve essere aderente, per evitare rigonfiamenti che rovinerebbero la silhouette. Le spalle devono essere ben piatte e appoggiate alle spalle naturali. Come per la giacca, l’ultimo bottone va tenuto slacciato, a parte i casi in cui si tratti di un completo da cerimonia.

Come indossarlo
Evitare la cintura poiché aggiunge spessore quando il gilet deve apparire asciutto proprio sul punto vita.
Le bretelle sono considerate l’accessorio perfetto a completare il look con il gilet, in grado di donargli un’allure ancora più retrò.
Il gilet viene comunemente abbinato a una cravatta.
E per un appeal rilassato si possono arrotolare le maniche della camicia, ma evitare di abbinarlo a una t-shirt.
Si può indossare senza giacca, in modo molto casual e informale, ma se viene indossato sotto la giacca bisogna prestare attenzione che la scollatura a V del gilet sia ben visibile.
Bellissimo se indossato con un look “a strati”, abbinato a camicie in flanella e giubbini in denim per un look particolarmente casual. La scelta del tessuto è fondamentale e le possibilità sono molte: seta, velluto, cotone, damasco, jacquard, denim.

Con l’abito a tre pezzi: perfetto se si vuole aggiungere formalità, in questo caso il gilet è dello stesso tessuto e colore dell’abito e dovrebbe essere indossato con cravatta o papillon.

Con l’abito, ma in contrasto: un gilet in tweed di un colore a contrasto per un look meno formale abbinato a una cravatta particolare.
Per dare un tocco fresco al look si può scegliere una tonalità tra la giacca e i pantaloni, nel caso in cui questa abbia un colore più scuro.

Altre idee: un modo per rendere un look interessante può essere adottando il gilet come tecnica di layering, infatti non sacrifica il comfort donando un tocco in più all’outfit.

 photo V-3.jpg photo VEST-5.jpg photo VEST-6.jpg photo Vest-2.jpg photo V-1.jpg photo VEST-4.jpg


tags: , , , , , , , , , , ,