AUDEMARS PIGUET E L’ARTE.

Agli inizi di Dicembre abbiamo partecipato all’ultima edizione di Art Basel Miami su invito della Maison svizzera di alta orologeria Audemars Piguet, marchio del lusso da anni attivo nel sostegno e nella promozione di eventi e manifestazioni legate al mondo dell’arte.

In occasione dell’ultima edizione di Art Basel AP ha presentato lo “Strandbeest” di Theo Jansen, colossale scultura cinetica grazie all’impiego del vento.

 photo audemars-piguet-art-basel-2014.jpg

L’aspetto più stupefacente di questi straordinari “animali da spiaggia” è sicuramente la struttura realizzata partendo uno scheletro di tubi in PVC assemblati con nastro adesivo, elastici, e fascette. Tutto qui.

Eccezione all’essenzialità nei materiali è una lunga fila di bottiglie di plastica aggiunte con lo scopo di immagazzinare il vento così da garantire forme di autonomia in assenza di brezza. Non troviate sia pazzesco? Filippo ed io siamo rimasti a letteralmente bocca aperta mentre cercavamo di capire i segreti dietro questi colossi.

Durante i giorni di Art Basel è stata inoltre svelato l’ultimo e più ampio progetto di sostegno all’arte promosso ad Audemars Piguet, questa volta in collaborazione con il Peabody Essex Museum, uno dei musei più attivi e dinamici del Nord America.

Tutto questo non poteva che terminare, o forse iniziare, con una festa presso l’Art Basel Miami Beach da 1000 e più invitati. Tra i presenti, la tennista e amica di lunga data di Audemars Piguet Serena Williams, l’attrice e modella Freida Pinto, François-Henry Bennahmias, CEO di Audemars Piguet, Xavier Nolot, CEO di Audemars Piguet Nord America… e ovviamente noi.

 photo ABMB_AP_Strandbeest_Party_Serena_Williams_Freida_Pinto_Original.jpg  photo filippo_fiora_filippo_cirulli_audemars_piguet_art_basel_2014.jpg  photo ABMB_AP_Strandbeest_Party_IV_Original.jpg

Fin dagli inizi della nostra avventura al fianco di Audemars Piguet abbiamo apprezzato moltissimo la volontà del marchio di supportare e promuovere l’arte: un legame spontaneo e naturale già riscontrabile nella straordinaria storia dei prodotti AP.

I segnatempo Audemars Piguet nascono infatti  dalla commistione di arte contemporanea, maestria artistica e tecnica e approccio innovativo.

Da qui la spontanea volontà di supportare l’arte in giro per il mondo con fulcro nelle diverse edizioni di Art Basel (Basilea – Miami – Hong Kong).

AP con il 2014 ha però lanciato un ulteriore segnale forte, questa volta nei confronti dei giovani talenti e dell’arte contemporanea, con l’istituzione della Commissione d’Arte Audemars Piguet.  Un innovativo progetto artistico che porterà ogni anno alla scelta di un artista che verrà invitato per lavorare al fianco di Audemars Piguet alla realizzazione di un’opera d’arte su commissione.

Oscar Wilde disse che “o si è un’opera d’arte o la s’indossa“, nel caso di Audemars Piguet si può essere arte, si può indossare arte e ci si può circondare d’arte.


tags: , , , , , , ,