Tombolini 1964 – 2014.

“Il futuro ha radici antiche”, come quelle della casa di moda e sartoria Tombolini, fondata nel 1964 da Eugenio Tombolini.

Cinquant’anni di conoscenza, etica ed esperienza, ma anche innovazione tecnologica ed estetica. Tombolini significa Made in Italy, in cui l’arte della tradizione incontra l’eleganza nuova di un target internazionale. La qualità fa la differenza e per Tombolini significa interpretazione di tagli classici con un gusto contemporaneo tramite materiali di pregio e cura dei dettagli.

 photo T-3.jpg

Eugenio Tombolini nacque nel 1933 a Urbisaglia provincia di Macerata e negli anni ’50 divenne, come apprendista sarto, padrone dei segreti del taglio e del cucito.

Poco più tardi, nel 1964 aprì un’attività di sartoria artigianale che divenne immediatamente florida grazie a impegno e dedizione. Tombolini diede il via a una propria linea di abbigliamento maschile di qualità e dalle radici fortemente legate alla sua città: linea chiamata Urbis. La sartoria artigianale si trasformò ben presto in un’industria ancorata al robusto legame con il territorio, ai valori e alla modernità, capace di dare un vincente rapporto qualitativo e quantitativo. L’azienda si sviluppò in pochi anni anche attraverso un mercato di tipo internazionale, in particolar modo durante gli anni ’70 negli Stati Uniti. Nel 1987 Fiorella, a soli 24 anni, prese in mano le redini dell’azienda in seguito alla prematura scomparsa del padre e, nel 1996 Tombolini divenne marchio, sancendo così un rinnovamento della casa di moda.

Oggi Tombolini è sinonimo di qualità e rappresenta uno dei punti di riferimento dello stile italiano a livello internazionale. Fiorella Tombolini sta portando avanti con entusiasmo e professionalità il progetto del padre.

Un legame inscindibile quello tra il marchio e il territorio marchigiano, luogo di suggestivi panorami, colline e borghi dove convivono storia e qualità in cui sorge il complesso industriale Tombolini. Un brand locale, ma anche globale grazie alle prestigiose boutique multimarca in cui è presente e una rete di negozi monomarca a Milano, Parigi, Madrid, Praga, Buenos Aires, Wenzhou, Hangzhou, Pristina, Tolentino e Salerno.

Simbolo identificativo del brand è  un drago disegnato dal fondatore stesso e rielaborato dall’araldico stemma di Urbisaglia, sua città natale, che rappresenta San Giorgio a cavallo che combatte contro il drago. Il simbolo fonde cavaliere e drago, ma anche un paio di forbici quali zampe anteriori dell’animale. Tradizione e talento in un’unica iconografia: sigillo di fiducia tra azienda e cliente.

 photo T-2.jpg
 photo T-4.jpg
 photo T-1.jpg
 photo T-6.png
 photo T-5.png
 photo IMG_2435.jpg

Durante l’ultima edizione di Pitti Uomo, Tombolini ha festeggiato i suoi primi 50 anni lanciando la sua prima fragranza “Zero Gravity” e con una limited edition che ripercorre la storia della sartoria italiana dagli anni ’50 ad oggi in chiave attuale e comtemporanea.

Ulteriore conferma del fatto che “Il futuro ha radici antiche“.

 photo IMG_2445.jpg
 photo IMG_2410.jpg
 photo IMG_2413.jpg
 photo IMG_2456.jpg
 photo IMG_2418.jpg
 photo IMG_2402-1.jpg
 photo IMG_2393.jpg
 photo IMG_2451.jpg


tags: , , , , , , , , , ,