Icona: Marcello Mastroianni

“Esisto solo quando sto lavorando ad un film” Marcello Mastroianni.

Grande interprete di ruoli differenti nel cinema e nel teatro, Marcello Mastroianni può senza dubbio essere considerato un’icona di stile, fascino ed eleganza.

 photo MM-2.jpg
Attore innamorato della vita e dallo sguardo disincantato, rappresenta l’esempio per eccellenza della sartorialità italiana. Mastroianni aveva la peculiarità di vestirsi sempre alla perfezione, senza mai guardare troppo alla moda ed alle etichette. Un classico abito nero, una camicia bianca con colletto francese ed una cravatta nera erano tutto ciò di cui aveva bisogno per sorprendere in ogni situazione. Con Federico Fellini gli abiti diventarono su misura e un paio di occhiali da sole rettangolari furono uno dei suoi segni distintivi. Emularne lo stile può sembrare facile, ma richiede in realtà tempo ed impegno, poiché trovare dei vestiti che possano perfettamente adattarsi al corpo non è un’impresa facile: ogni capo è unico e s’adatta in modo diverso alla persona. Indossare ogni cosa con fiducia può permettervi di ottenere un assaggio di dolce vita. Non importa ciò che si indossa, ma come lo si indossa.

 photo MM-5.jpg

Marcello Vincenzo Domenico Mastroianni nacque a Fontana Liri nel 1924 da una famiglia di umili origini, studiò a Torino ed in seguito a Roma, città che gli dette la possibilità di sviluppare il suo talento e dare inizio alla sua carriera. La sua iscrizione presso il Centro universitario teatrale fu l’occasione di conoscere Giulietta Masina: sarà lei a presentato più tardi al marito Fellini. Nel 1948 venne scritturato dalla compagnia teatrale di Luchino Visconti, evento che determinerà la sua carriera poiché essa era una delle più importanti ed in vista durante quel periodo. La sua bellezza, pur estranea ai comuni canoni dell’epoca, e il suo seducente tono di voce incantarono ben presto anche il mondo cinematografico, portandolo a divenire modello di bellezza maschile italiana. Iniziò a dedicarsi unicamente al cinema, recitando in Giorni d’amore e Peccato che sia una canaglia, anni in cui si sposò, con Flora Carabella, ed ebbe una figlia, Barbara. A fine anni ’50 recita in I soliti ignoti e La dolce vita, film dal quale nasce la sua collaborazione ed amicizia profonda con Federico Fellini. Da lì a poco sarà impegnato nelle riprese di 8 e ½, Divorzio all’italiana, Matrimonio all’italiana, Amanti ed I girasoli. Film che consacrarono la coppia Loren-Mastroianni. Nel 1970 vinse la Palma d’oro con Dramma della gelosia e nel 1971 girò a Parigi Tempo d’amore con la bellissima attrice Catherine Deneuve: i due ebbero una relazione dalla quale nacque Chiara. Degli anni ’70 è importante ricordare le sue interpretazioni in Una giornata particolare, La città delle donne ed Il volo. Più tardi ebbe una serie non indifferente di riconoscimenti: miglior attore al Festival di Cannes nel 1987, il premio Felix alla carriera nel 1988, il Leone d’oro alla carriera nel 1990, tre nomination agli Oscar e moltissimi altri. Ha ricevuto due onorificenze: Cavaliere di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana e Grande ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica italiana. Nel 1995 gli venne diagnosticato un cancro e concluse il suo ultimo anno a fianco della compagna Anna Maria Tatò; si spense a Parigi nel 1996.

 photo MM-4.jpg photo MM-1.jpg photo MM-6.jpg photo MM-7.png photo Marcello-Mastroianni-10.png photo Marcello-Mastroianni-8.png photo Marcello-Mastroianni-9.png photo MM-3.jpg


  1. Great post about a talented and stylish man. I still enjoy his movies today. Thank goodness for classic American cinematic television stations. I really enjoyed your analysis of his personal style.

    Sharon

tags: , , , , , ,