Santoni mod. Roma PE2012
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
In questi ultimi due giorni ho potuto conoscere da vicino il mondo Santoni: splendido esempio del “Made in Italy”( quello vero ).
Lunedì infatti sono stato accolto nello showroom di via Montenapoleone dove il mio sguardo non sapeva più su quale paio di scarpe posarsi. =)
Ieri invece sono stato invitato in boutique dove ho potuto scegliere un paio di scarpe della nuova collezione primavera-estate. Senza esitazione ho  optato per un paio di mocassini modello “Roma” dall’aria invecchiata e vagamente shabby-chic. Approvate la mia scelta?
Un grazie particolare a Roberto e Stefano.
Ps: a chiusura del post trovate alcuni modelli che erano in show-room e che mi fanno letteralmente impazzire.


  1. Bellissimi i mocassini, per non dire la scarpa flessibile! Très chic. Poi santoni ha il prezzo di offrire del buon made in Italy con giusto rapporto qualità/prezzo… solo non si possono vedere le sneakers simil-hogan!

    Matteo
    gira(stile)mondo

    1. Alla fine bisogna anche vendere, quindi è doveroso diversificare!

      Per ciascun brand bisogna saper cogliere i pezzi iconici, quelli che hanno fatto grande il brand.
      Se pensi a tutti i brand che esitono è impossibile trovarne uno di cui non dici: quello proprio no.

      non trovi?

    1. Ovvio che siano tutte opinioni personali. ;-)
      Non amo le repliche fatte più o meno bene (e queste non mi piacciono proprio). La keats è Church’s, la double monks è Lobb, ecc.

      Dalle foto non posso percepirne la comodità.:-) Ma ti credo sia perché le Church’s sono scomode sia perché le diverse Santoni che ho sono decisamente comode.

  2. Alt, che le sneakers Santoni possano piacere o non piacere ci può stare. Ma da lì a disprezzarle per dire che le Hogan sono migliori ce ne vuole! Basta solamente guardare le rifiniture. Per non parlare del fatto che Santoni rimane Made in Italy per qualsiasi tipo di scarpa che fa, Della Valle invece si fregia tanto della “italianità” dei suoi prodotti, e poi alzi l’etichetta delle interactive e trovi la scritta Made in Romania. In sintesi: Santoni superiori.

tags: , ,