un cappotto disegnato da me
PhotobucketPhotobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
PhotobucketTroppo spesso mi capita di andare per negozi e non riuscire a comprare nulla. Le catene low-cost mi lasciano sempre un velo di tristezza che non dipende tanto dalla qualità ridotta al minimo (non è che da un capo economico si possa pretendere più di tanto) quanto per la mancanza di creatività . Contrariamente ai reparti dedicati alla donna prevalentemente belli,divertenti, super fashion gli scaffali maschili sono occupati da pile di maglioncini tristi che ti fanno venire la depressione anche solo a guardarli.

La storia cambia di poco quando mi rivolgo ai grandi marchi che, con prezzi troppe volte folli ed eccessivi, non fanno che suscitare il dubbio se ne valga o meno la pena.

Per questo motivo sarebbe per me un sogno riuscire a creare il capo ideale, in grado di rispecchiarmi al 100%.  Grande è quindi la mia soddisfazione nell’indossare questo cappotto, interamente pensato e realizzato su miei consigli. Cosa ne pensate? Io non lo toglierei più!

Ai piedi le scarpe Tommy Hilfigher che ho avuto il piacere di presentare a Milano da 10 Corso Como. Vi ricordate di quell’ evento?

Happy Halloween!!

  • Coat designed by me,
  • Tailor made Pants,
  • Cashmere Sweater bought in Forte dei Marmi,
  • Penny Loafers thanks to Tommy Hilfigher,
  • Epos Sunnies,
  • Principe Firenze Shirt,
  • Prada Saffiano Leather Briefcase


  1. I bottoni bianchi svalutano un capo che non ha niente di che: quale materiale hai scelto per farlo confezionare? Dal mio punto di vista questa è un’informazione fondamentale.

  2. Bellissimo!! Trovo che il contrasto tra i bottoni bianchi, ridotti all’essenziale, e il colore del cappotto sia favoloso!! Io francamente avrei utilizzato dei bottoni sì bianchi ma non così semplici.
    Se lo vedessi esposto in un negozio lo comprerei sicuramente.
    Che tessuto hai scelto?

  3. insomma caro Filippo, tra il low cost e l’alta moda c’è tutto un mondo in mezzo, quello che è fallito perchè la gente si è buttata sul low cost e si è dimenticata delle marche di mezzo
    tu sei troppo giovane per ricordartelo, ma fino a prima dell’avvento delle varie catene svedesi spagnole ecc la gente non inseguiva così spasmodicamente le mode e si accontentava di un bel cappotto di qualità media che durava per qualche stagione.
    Era una filosofia totalmente diversa da oggi e scusa se mi permetto ma anche i fashion blog non indirizzano in tal senso, comprare comprare comprare sempre cose nuove, come se ogni stagione ci volessero trenta cappotti e bisogna seguire tutti i trend (ovviamente mi riferisco più alle tue colleghe donne)
    sarebbe bello vedere un fashion blog dove si propone uno streetstyle ragionevole, con pochi capi mixati come si mixano nel quotidiano e dove non c’è la foga di essere all’ultimissima moda.

  4. I bottoni bianchi non svalutano il capo, anzi. Con la martingala e le tasche senza pattina, ne fanno risaltare ancor di più la particolarità e la sua unicità! Molto bello.
    Poi il mocassino college sotto un pantalone un tantino corto va sempre benissimo.
    Carmine

  5. “La moda è ciò che uno indossa. Ciò che è fuori moda è ciò che indossano gli altri” (cit. O.W.).

    P.S.: com’è che i miei Penny Loafers di Tommy Hilfigher hanno un penny inserito nella fessura anteriore, mentre quelli fotografati qui no?

    DA.G.

  6. è quel bottone bianco che lo fa sembrare un accappatoio che non va….
    Allacciato poi ti risucchia troppo Phil, forse sarebbe da aggiunstare un pelino.
    Bello tutto il resto, e quel po’ di barba non guasta :).
    Ciao, Andrea.

  7. Le proporzioni, queste sconosciute. Comunque, superati i quindici anni anche le faccine fanno molto bebè (per usare un eufemismo).

  8. Grazie a tutti!
    a me piacciono le cose strette. mi piace sentirmi avvolto nei vestiti. odio la sensazione di quando i vestiti sono larghi e comodi, mi fanno sentire a disagio, come se volessi nascondermi.
    sarà sicuramente un limite mio =D

    non ho mai messo il penny nelle scarpe perchè mi dimentico sempre di infilarlo! =D

  9. Dove lo hai fatto fare il cappotto?Se lo hi fatto a Milano saensti così gentile da dirci il negozio perchè come hai potuto sperimentare non c’è niente di meglio che indossare capi che rispecchiano totalamnte la persona e vorrei realizzare anch’io questo desiderio

  10. Molto bello, Il blu elettrico e’ uno dei miei colori preferiti, e i bottoni bianchi danno una piccola nota di eccentricità ad un capo classico.

    Stavros R.

  11. belli i colori e la qualità del cappotto…però i mocassini in pelle li vedo più estivi,non adatti con outfit autunnale…particolare il cappotto,anche se prediligo il doppiopetto(6 bottoni):-)

  12. davvero stupendo questo cappotto… lo cerco così da circa 2 o 3 anni.. potresti dirmi il nome del sarto.. e più o meno su quanto si aggira la spesa complessiva.. comunque l’idea di mettere su una linea non è affatto una attiva idea.. pensaci seriamente… cordali saluti.. a presto..

tags: ,