NEW HERMES SIN. Let’s open it together!
Photobucket
My latest Hermès sin.
Il mio ultimo peccato firmato Hermès.
 
Let’s open it together..
Apriamolo insieme..
Photobucket
Photobucket
Photobucket


  1. L’avrei preso un’altro colore, però il modello è davvero bello. Sei in fase hermes obsession?. Il miglior marchio fuori da quelli di nicchia.

    Michele.

  2. mi piace un sacco :) se potessi permettermelo e dovessi prendere qualcosa di hermes lo prenderei invece anche io arancione perché questo è il colore che contraddistingue da sempre questo brand.

  3. bello questo ring, mi piace il contrasto che dà con un bel polso virile! complimenti per l’ acquisto e per il blog
    ti saluto caramente
    Arrigo Boito

  4. cosa ce ne dovrebbe importare?! Da dove nasce questo desiderio impellente di rendere pubblico questo tuo acquisto?! Povera Italia…dove si dà attenzione ed importanza ad un ragazzo che “scarta in diretta” un suo acquisto….
    ps visto che in molti potranno pensare “be se tu stessi sei qui…vuol dire che dai credito a questi fenomeni te per primo”, premetto che mi avevano raccontato di questa moda dei blog e non volevo crederci…girando nella rete mi sono imbattuto in questo ed altri simili (se non addirittura peggiori). Sommessamente, lasciando questo piccolo angolo della rete mi domando: ma quale utilità pensate di avere?! Siete forse gli unici che hanno gusto nel vestirsi!? Non credo…forse siete gli unici con un ego smisuratamente grande a sentire il desisderio impellente di mettervi in vetrina!

  5. Anonimo.
    Sono quasi due anni che thethreef.com è nato.
    Chi mi segue da allora è cresciuto con me condividendo la passione per la moda.

    Non è tanto il fatto di rendere pubblico un acquisto.

    I miei lettori è come se fossero miei amici con i quali ho in comune l’amore per la moda. Un bracciale di hermes è un acquisto importante, che a modo suo mi ha reso felice, e che quindi ho voluto condividere. Che poi si possa essere felici o meno per un pezzo di latta è un altro discorso.

    Sul mio blog condivido quotidianamente tutto ciò riguarda la mia passione per la moda e di conseguenza un acquisto importante come questo ci rientra di diritto.

  6. Visto che Anonimo ha dato il via allo “spazio critichie”, mi permetto di dire anche io qualcosa. Ogni tanto bazzico sul tuo blog perchè ineffetti si vedono tante “belle cose” e quindi perchè non appagare il proprio “desiderio di bello” ogni tanto..?!?
    Per quanto riguarda però il tuo ruolo, come quello di tanti cari tuoi amici, lo trovo un po’ discutibile. Il mondo della moda vi ha negli ultimi tempi aperto le sue porte, vi considera. Non capisco però cosa c’entrino un mucchio di ragazzini viziati che spendono i soldi del papi col fare moda. E’ facile essere stilosi con Vuitton, Gucci ed Hermes!!! Non avete più stile di altri, indubbiamente più soldi!

  7. Anonimo caro,
    Innanzitutto se ora ho la possibilità di spendere in acquisti importanti è anche grazie alle entrate che il blog mi garantisce e alla gentilezza dei miei sponsor.
    Io personalmente penso di avere un gusto molto personale che può piacere o meno; di sicuro non porto look che sono un’acozzaglia di marche a casaccio. Non trovi?

  8. Filippo caro, non volevo risultare eccessivamente critico. Indubbiamente hai buon gusto. Se però avessi e, soprattutto avessi avuto, il budget di un ragazzo-medio da spendere in vestiti, gli sponsor non ti avrebbero mai calcolato e i tuoi fedelissimi, nella migliore delle ipotesi, si sarebbero interessati molto poco del tale Filippo Flora che abbina con gusto Levi’s e Benetton, nella peggiore, non ti avrebbero mai conosciuto!
    Per il resto, per quel che vedo, sei un ragazzo che studia e si impegna in quello che fa, quindi benvenuto nel club, ma un grazie alla fortuna e ai soldi di chi ti mantiene io lo direi ogni tanto. :)

  9. ” Se soprattutto avessi avuto, il budget di un ragazzo-medio da spendere in vestiti,” ma discorsi fai eh?
    tutto il mondo mangia, si nutre , fà sport , si compra la macchina e…compra vestiti o gioielli in base a quello che può o non può permettersi.. ” se ..avessi avuto il budget” se filippo può permettersi quello che a lui piace e se oltre a piacergli, può anche compralo, fà bene a farlo e sarebbe un coglione se non lo facesse.. stesso ragionamento vale per una persona che ad esempio ha un budget basso e di conseguenza compra e vive in base al suo budget… Io certi ragionamenti non li capisco proprio. se ho un budget di 50 euro , mi compro una cintura di zara, se ho un budget di mille euro mi compro una constance hermès.. cosi vanno le cose e cosi è giusto che vadano.. e ti ripeto ”anonimo” io certi ragionamenti non li capisco affatto.. perchè tutti noi viviamo in base ad un badget alto o basso che sia.. e non potete discriminare o giudicare negativamente una persona solo perchè oltre a piacergli determinate cose, può anche permettersele.. perchè alla fine fate davvero una figura meschina e infantile.. questi per me sono ragionamenti da scuole medie.. pettegolezzi da banchi di scuola.. ma poi io non ho capito, se uno a 20 anni ha un bracciale di hermès è x forza un figlio di papà? non può essere che una persona LAVORA semplicemente ??…oppure non può essere che questa persona sia dotata della cultura del RISPARMIO e quindi riesce a permettersi quello che piace ?.. e non parlo di bracciali hermès o di borse chanel, parlo di di ciò che piace!.. quanta gente compra quei fottuti ipad e vengono visti come dei ”fikoooo”.. se invece una persona spende 700 euro per una cintura è un figlio di papà che non ha idea di cosa sia il lavoro vero?.. ke teste, ke assurdità..ma siate coerenti con le vostre vite, che quando dite quese cose siete davvero….

  10. “se uno a 20 anni ha un bracciale di hermès è x forza un figlio di papà? non può essere che una persona LAVORA semplicemente ??…oppure non può essere che questa persona sia dotata della cultura del RISPARMIO e quindi riesce a permettersi quello che piace ?”

    Ah ah ah!! Sì, certo, il caro vecchio salvadanaio…

    Un 20enne neo-laureato che ha la casa-museo e roba di lusso *è* un figlio di papà. Che poi, buon per lui, ma non raccontiamoci le favole.

  11. premesso che io di Filippo so solo che ha una bellissima borsa da lavoro punto. Per il resto, non so quanti anni ha e non so che casa ha e ne che lavoro fà o quale sia il lavoro del padre. Ma a quanto vedo tu sei molto informato su filippo eppure non ti ritieni ( x come parli eh ) una persona simile a lui…a tal punto da ammiralo.. Però sai persino che è un neo laureato..conosci quasi tutto di lui, e poi lo screditi? questo tuo comportamente è uguale a quello delle ragazzine che entrano da Chanel e sputtano il tailler perchè credono sia da vecchia..beh perchè ansicchè di ”rosicare” non ti rendi migliore di filippo ?… e poi se lui non ti piace perchè lo commenti? Io le persone che non mi piacciono manco le considero. Tu invece lo segui, conosci tutto di lui e lo critichi.. e se pensi che i 20enni che fanno un certo tipo di vita, siano solo dei figli di papà beh allora ti invito a fare colazione con me uno di questi giorni x conoscermi e parlare. Ma poi mettendo caso che filippo fosse in tutto e per tutto un figlio di papaà a te cosa ( importa ) e cosa ti infastidisce ? Mi dispiace per Te, ma vedi davvero male le cose! e ciò un male ….BABY!

  12. “Vivete e lasciate vivere”… Un blog è un modo per comunicare come molti altri ed ognuno ha il diritto di comunicare ciò che vuole.
    Sta all’utente comprendere se i contenuti di questa comunicazione siano più o meno adatti ai propri interessi.
    A chi piace la moda, questo blog può piacere e non interessa sapere chi fa che cosa o chi paga per chi.
    La critica fine a se stessa non è mai stata utile e mai lo sarà.

tags: