menswear. JIL SANDER primavera-estate 2012
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Partecipare ad una sfilata di Jil Sander è per me come entrare in un mondo così rigoroso e perfetto da uscirne quasi intimorito. Nulla è mai fuori posto, tutto sembra calcolato in maniera assolutamente precisa.
Il colore che Jil Sander vede per la prossima primavera è un insolito nero, interrotto però dagli accessori: vere e proprie macchie di colore. Impressionante quindi la differenza rispetto alle ultimi collezioni del marchio caratterizzate da colori fluo e potenti color block. Nonostante non porti quasi mai il colore nero, trovo che non mi si addica per nulla, quasi tutti i pezzi proposti mi fanno letteralmente impazzire!
Ottima sfilata.


  1. adoro i pull che a quanto visto anche nelle altre sfilate stanno arrotondando i colli e smembrando la fantasia in stile vintage, questi sono davvero splendidi!!sugli shorts sono perplessa..forse dalle forme troppo femminili quasi a palloncino e il raincoat mi ricorda tantissimo il Burberry fatto sfilare sotto la pioggia agli scorsi show maschili, trovi???:)
    bacio!

    Patchwork à Porter

  2. se non fosse per gli shorts avrei pensato fosse la collezione invernale!
    io non capisco: quest anno hanno tutti proposto collezioni dai colori smorti come il verde militare e il tortora…
    ma che fine ha fatto l’ allegria dei colori estivi???
    se non si indossano con la bella stagione allora quando???

  3. Anche io amo molto i colori soprattutto in estate.

    Questa collezione è veramente molto particolare e sicuramente non scontata. Trovo alcuni pezzi davvero bellissimi e penso sia il caso di pensarli abbinati al altri capi ( magari più colorati) =D

tags: , , ,