PURPLE ADDICTED
PhotobucketPhotobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Non avevo mai indossato un capo viola prima d’ora e devo dire che mi sono da subito innamorato di questa tinta molto forte. Ho però voluto smorzare il look optando per una semplice tee bianca, scarpe, giacca doppiopetto e case di colore blu. Devo ammettere di essere tentato di provare questi pantaloni in un look colorblock, magari prossimamente proverò anche questa soluzione.
Passate un’ottima settimana
Filippo
  • Julipet tee,
  • Zara Man Jacket,
  • Topman Pants,
  • Arfango Shoes,
  • Balenciaga Case,
  • Giorgio Armani Shades


  1. Not a big fan of the pants, maybe just because I don’t really like the color purple at all.
    But it does look good on you so don’t worry! ;)

    I will be in Milan next week, it would be so funny if I’d see you somewhere haha!

  2. Mi piace questo post! Il viola è davvero un bel colore! Sarà uno dei miei must estivi! Mi piace anche l’abbinamento con la t-shirt bianca che sdrammatizza l’outfit! Bravo!
    Myfashionlabvitfiore.blogspot.com

  3. Ciao!! Per caso riusciresti a mettere il link di questi pantaloni?! Sono a dir poco bellissimiiiii!!! Inoltre che taglia hai preso?! Grazie!!!!

  4. anche se tieni la sigaretta come fonzie, non sembri più virile…

    giorgia

    p.s. se hai coraggio pubblicami il commento

  5. look decisamente….. SCONTATO….
    ANONIMO E NOIOSO….
    grazie per non farci mai mancare idee su come EVITARE DI VESTIRCI….

  6. gran bel blog Phil, outfits validissimi.
    Solo una piccola critica, evita le “pose” troppo impostate che sono spesso patetiche e cerca di essere piu naturale. good luck

  7. Ogni tanto do’ un occhiata a questo blog…
    nonostante vesta completamente diverso (adoro Comme des Cargons, Bernardh Whillelm, Henrick Vibskov e altri), trovo che hai comunque molto stile..
    inoltre alcuni commenti sono a dir poco imbarazzanti…mi piacerebbe vedere come vestono coloro che criticano cosi’ pesantemente.
    La critica ci puo’ stare quando uno si espone nel web, ma bisogna anche motivare.
    tutti sono bravi a fare i leoni dietro una tastiera ;)