ossessione: GOYARD
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket

Raffinatezza e discreta eleganza.

Questa è l’ottima combinazione che ha permesso a Goyard di affermarsi nel panorama internazionale come uno dei brand piu’ ricercati e desiderati degli ultimi anni.
Nato nel 1853 dall’ estro del fondatore françois goyard, si è subito distinto per la sobrietà delle linee e dal motivo tipico a ‘Y’ diventato la bandiera del marchio.
In un recente passato Goyard era una ditta di nicchia, che si rivolgeva principalmente a ristrette elite come le blasonate case reali di Spagna e Gran Bretagna: solo grazie alla produzione di borse quali la Saint Louis è riuscita ad arrivare agli innumerevoli fashion addicted d’ oltreoceano e, poco a poco, anche all’ Europa.
Storica antagonista di Vuitton, soprattutto nella produzione di bauli da viaggio, è riuscita a tutelare la finezza del logo al contrario dell’ ormai stucchevole canvas di Louis.
Ma, purtroppo, tutto ha un prezzo.
I pochi modelli in produzione si possono trovare solo nello storico negozio monomarca di Parigi o in una manciata di rivenditori autorizzati sparsi nel mondo.

Qual è il vostro brand preferito in fatto di borse? Qual è il vostro colore preferito per una Goyard?

Filippo


  1. anonimo, a me sinceramente lb ha un po’ stancato nella versione mongram. Però ovviamente le cose ho comprato in passato cerco comunque di sfruttarle, non sono poi così sprecone! =D

  2. questo disegno goyard sembra piu’ grossolano rispetto al monogramma lv..mi piace molto solo la versione maxiborsa di victoria b

  3. Si quello si, diciamo che se potessi scegliere opterei per la pelle taiga o per la Epi che però sono tremendamente costose. Il monogram è carino, sono contento dell’ultimo acquisto che ho fatto da LV ma ora come ora non so se lo rifarei! =D

  4. La BEckham presa come icona di eleganza mi fa sempre un po’ rabbrividire… poi comunque condivido, Goyard è più su di Vuitton, ma HErmès, tranne che per un po’ di cose dove si è sputtanato (pardon!), rimane ancora più su. Come Loro Piana, Cucinelli e un po’ d’altri.

  5. se era riferito a me il commento di hermes rispondo che la beckham certamente non la vedo cm simbolo di eleganza,vuitton e’ stato penalizzato dalla troppa diffusione del logo come avverra’ per la cintura hermes…io sn piu’ per l’alta qualita’ delle linee, dei materiali e per il no logo quindi condivido certamente l’apprezzamento per cucinelli ,loro piana,ballantyne ecc….

  6. Per il mio compleanno ho ricevuto una St. Louis grigio corda.. Bellissima non avrei potuto sperare di meglio!!!!!!

tags: