Photobucket

Eccomi con una personale “post-chart”.

Ho deciso di realizzare questo post sia per raccogliere alcuni dei miei outfit sia per chiedervi se vi è possibile notare qualche evoluzione nel mio stile. Al fine di aiutarvi ho caricato le foto in ordine cronologico, dalle più vecchie alle più nuove, esclusa la prima.
Guardando queste immagini posso immediatamente trovare alcuni abbinamenti che non riflettono il mio attuale gusto. Sono però curioso di sentire quella che è la vosta opionione.

Sarò occupatissimo questa settimana:
Mercoledì: shooting con un famoso blogger portoghese
Mercoledì e giovedì: 2 eventi a Bologna
Venerdì: evento a Firenze
da Domenica: Cortina D’ampezzo con amici.
… da pazzi!

Buona giornata
Filippo
Photobucket
Photobucket
Photobucket

 

Photobucket

Photobucket

 

Photobucket

 

Photobucket

 

Photobucket

 

Photobucket

 

Photobucket

 

Photobucket

 

Photobucket

 

Photobucket
Photobucket Photobucket Photobucket Photobucket
Photobucket

 

Photobucket
Photobucket

#teenvogue


  1. Oddio gli occhiali dell’ultima foto li ho visti proprio l’altro giorno da Pittarello!
    se sapevo che li avevi anche tu li compravo..magari ci torno!

  2. ussignùr, che vitaccia che fai! Seriamente: non pensi che , forse – ma forse – dovresti rivedere i tuoi metri di giudizio? no sai, giusto per non sputare in faccia a quelli che lavorano sul serio.
    Spero che pubblicherai questo commento, vorrei sul serio un tuo parere

  3. gli occhiali sono di Giorgio armani, complimenti per la simpatia. Anonimo se sei qui sul blog vorrà dire anche tu hai poco da lavorare. Io nel mio piccolo frequento quotidianamente le lezioni, ho una media molto alta e mi mancano pochi esami. In più mi impegno qui con il blog. Se non sai nulla di me, per piacere taci. Filippo Fiora

  4. Gentilissimo, usa toni meno alterati che non è il caso. Non ho detto che non fai niente nella vita, se leggi bene. Semplicemnte stancarsi di una vita così mi sembra alquanto surreale e imbarazzante. Sono felice della tua media universitaria ma ti ho fatto un discorso più ampio.

  5. Anonimo, lui non ha detto che si stanca, ha detto che sarà occupato in questi giorni, è scritto nel post. Inoltre penso sia molto facile parlare dietro al nome “anonimo”. Filippo, non fare caso, se seguiamo il tuo blog è perche ci piacciono le cose che fai!!
    Divertiti a Cortina, sono stata anch’io ed è un sogno veramente!!
    Laura (Spain)

  6. Secondo me il tuo stile è molto un su e giu, passi da ottimi outfit che apprezzo come gli ultimi e quelli con la sacca di LV gigante e la giacca di J.Sander ad outfit che non mi piacciono. Come quello con la collana di 5 prewien e quello nel giardino di CC10.
    Ultimo outfit il migliore con quello della giacca di J.Sander.

    Michele

  7. un uomo di classe non si vede dagli abiti, ma da come risponde o tratta le persone. te l’avevo già scritto e NON hai pubblicato, stranamente.
    cerca di crescere come persona, non solo come indossatore di outfit.

  8. mi piace tutto tranne la collana 5 preview e quell odiosa e di cattivo gusto cintura di hermes.
    la trovo alquanto tamarra!
    per il resto sei sempre il top ;)

    b pomeriggio!

  9. Ricordati che c’è gente che si fa il culo tutte le settimane, sei giorni su sette. si alza alle 6 di mattina e non rientra a casa prima delle 19 di sera.. e non ha tempo di fare outfit e altre cose…. avere voti alti all’università non giustifica che tu possa permetterti di guardare tutti dall’alto in basso….. non ti conosco è vero ma basta poco per capire come sei! del resto uno che con tutti i posti splendidi che ci sono dalle mie parti sceglie di andare a cortina, si capisce già che va solo per il nome e perchè fa tendenza… ma pensa te…. pubblicalo e rispondimi se hai le palle!

  10. MA BEATO LUI CHE SE LO PUO’ PERMETTERE.
    CERCHIAMO DI NON PUNTARE IL DITO COSI’.
    OGNUNO HA LA SUA VITA, C’E’ CHI NASCE FORTUNATO E CHI MENO E PER QUESTO NON POSSIAMO CONDANNARLO.
    BASTA NON APRIRE + IL SUO BLOG X CHI NON LO SOPPORTA.

  11. Gli occhiali sono di Marc jacob’s.
    io li ho presi in un negozio qui a milano..
    grazie mille tutti per i complimenti.

    Per quanto riguarda le solite critiche banali e inutili, non mi va neanche di rispondere.

    Thank you all!
    Ps: 3 gg alla settimana sono in uni dalle 8 alle sei di sera.

  12. Le critiche del resto sono sempre e solo banali e inutili…. hai ragione…. scusa non sapevo del tuo sforzo sovraumano di stare ben 3 giorni alla settimana in università dalle 8 alle 18….. una faticaccia… pensa che c’è gnete che sta dalle 7 di mattina alle 8 di sera a lavorare e quando arriva a casa ha pure una famiglia da mandare avanti… non scriviamo cazzate per cortesia… poi tra l’altro ho letto tempo fa che ti lamentavi con l’altra tua amichetta bionda che per una pubblicità sul tuo blog ti davano solo 80 euro all’anno e non hai accettato.. ricordiamoci che nel mondo c’è gente che muore di fame… ostentare sempre e comunque serve solo a rendersi ridicoli….

  13. Caro Filippo, sono Arianna.
    Non leggo mai il tuo blog, ci son capitata proprio per caso e ho letto qualche post qua e la (non perché siano particolarmente interessanti ma per curiosità) e mi sorge spontanea una domanda: perché hai aperto questo spazio? Cosa pensi di ottenere? Qual è il tuo scopo? Stile, moda ed eleganza sono ben altro, così come la cultura che non è certo direttamente proporzionale agli ottimi voti che dici di avere all’università (sono comunque fatti tuoi quindi a me non interessano), quel che traspare dal tuo blog è un ragazzino viziato, pieno di ubris (ὕβρις nell’accezione letterale dal greco, hai studiato al classico quindi saprai sicuramente di cosa sto parlando vero? Cercare su google non vale) che crede che la forma conti sempre più della sostanza e che per dimostrare di valere qualcosa serva sbandierare mille impegni e mille attività da fare tra cui un faticosissimo week end a cortina, povera stella..(ah evita di metterti i mocassini a cortina che la temperatura è sotto zero e faresti la figura proprio del provincialotto).
    Caro mio la vita è altro, e se vuoi farti un nome nell’architettura (è questo che studi no?) non pensare che basti sbandierare genitori facoltosi, mocassini con le iniziali e occhiali da sole firmati.
    Ci vogliono palle, umiltà, determinazione, perché gli arrogantelli sono destinati solo a prendersi porte sul muso nel mondo del lavoro vero (sarò io un po’ troppo ottimista ma ho ancora una minima speranza che la gente venga valutata in base alle capacità e non al nome).
    bye bye
    ps: ti prego smentiscimi dandomi una risposta degna, la attendo con ansia.
    Ari

  14. bravo, sono con te, ma lui che c’entra?
    non lo seguire +!!!!
    ripeto è fortunato beato lui.
    la fame nel mondo la conosciamo tutti ed ora non puoi chiedere a Filippo di fare beneficenza o volontariato. ognuno ha i suoi valori
    noi andiamo a lavorare adesso, lui ci andrà + avanti

  15. buonaseeeraaa…..posso fare anche io un commento negativo,in genere è sempre piu divertente fare la parte acida, comunque tornando alla tua domanda iniziale si nota effettivamente che il tuo abbigliamento ha avuto un crescendo di eleganza, tralaciando la qualità, sei partito da alternanzo di casual, rock, fino ad arrivare ad un look estremamente classico e di classe, che personalmente apprezzo di più, una giacca di sartoria è da apprezzare 1000 volte di più di una qualsiasi giacca di un qualsias brand….ciaooo…

  16. Carissima Arianna, hai speso così tante parole per esprimere concetti triti e ritriti.
    é troppo facile attaccare una persona basandosi solamente su luoghi comuni.
    Che spunti hai per giudicarmi in questi modo?
    Pensi che qualche post possa essere sufficiente?
    Mi conosci? abbiamo rapporti?

    No. Io non giudico mai nessuno per quello che fa. Se non mi piace semplicemente lo evito.

    Questo blog parla di moda, della mia moda, di come io la vedo e la indosso.
    Non voglio sembrare il ragazzino buono e umile a tutti i costi. Non voglio fingere.
    Lo so che, ad esempio, spendere 1000 euro per un cappotto è una cifra assurda eppure c’è chi, come me, magari una volta si concede questo lusso.
    Va condannato? Forse si, forse no. Ma francamente si finirebbe per parlare di un discorso del tipo: vorrei la pace nel mondo.
    Le ingiustizie ci sono purtroppo. C’è gente che vive in difficoltà e con questo? Pensi che non comprare un cappotto possa cambirare la loro situazione? Forse non sarà eticamente giusto ma alla fine sai quante cose sono ingiuste a questo mondo?
    Vado condannato perchè posso permettere di sputtanare dei soldi in questo modo? Se così credete, fatelo pure basta che la smettiate di scrivere questi discorsi così noiosi: saltate il mio blog direttamente.

    Ps:Mi ricordo un belllissimo discorso sul tema dell’ubris fatto dal mio professore di greco, il termine può tradursi in tracotanza, in voglia sfida nei confronti di qualcosa di più grande di noi. Un chiaro esempio per gli antichi era rappresentato dal desiderio di superare le “colonne d’Ercole”, andando oltre i confini del mondo. Ah bei tempi, bei tempi.

  17. Premesso che sono d’accordo con tutti i giudizi o pregiudizi negativi dei post precedenti, vorrei parlare solo di look, che è effetivamente fatto di cose molto belle e costose, ma indossate un po da “frocetto” mi si passi il termine non posso credere che abitando a milano tu non conosca il tempio del eleganza maschile che è Bardelli, fatti un giro e vedi come veste un vero uomo.
    Se noti i commenti positivi sul tuo look sono nella maggior parte scritti da donne o meglio ragazzine invasate da riviste patinate, e quando mai una donna decide cosa è meglio che vesta un uomo..ma nel tuo caso…..!
    Comunque puoi vestire un albero dalla testa ai piedi con tutti gli armani ,valentino d&g che vuoi ma sarà sempre un albero, proprio come nel tuo caso, cose belle indossate e portate malissimo.
    P.S. non rispondere nemmeno dici solo cose vecchie trite e ritrite
    P.p.S ma prima di comprare qualsiasi cosa da uno stilista prova a toccare e dico toccare con l anima cio che compri, vedrai che se ami vestire bene prima o poi capirai la differenza tra una giacca su misura e dello squallido pret a porter.
    Mi auguro che crescendo chissà…..
    Arbiter.

  18. Comunque mi viene da dire… cosa centra tutto questo con la moda?? volevo vedere come finivano i discorsi dell”anonimo”… Neanch’io spendo 1000 euro per un cappotto ma mi piace vedere che non solo le star indossano questi capi che vedo solo nelle riviste di moda, anche i ragazzi e le ragazze (bionde o non bionde perche ce ne sono mile) normali possono farlo… cioè, dico normali perche alla fine vedo che sono simili a me per quanto riguarda alla giovenezza, università, sogni e desideri… perche alla fine siamo tutti uguali… e a chi non piace vivere bene??
    Ragazzi, secondo me avete troppi complessi!!!
    Filippo, hai un blog bellissimo!! a volte credo sia meglio non rispondere perche tu hai aperto il blog per parlare di moda, non per difenderti.

    PS: Scusatemi se ho fatto qualche errore!! ;-)

  19. Sinceramente apprezzo moltissimo le tue parole, Filippo, che dimostrano quanto tu sia sincero e non ipocrita, come la signora Arianna o il falso proletario che dice di lavorare dalle 7 alle 22. Non bisogna fare i falsi buonisti, fingere di essere chi non si è, solo perchè oggi va di moda fare i radical chic… “ah che schifo i ricchi, sono cattivi”
    Le vere persone che lavorano mille ore e hanno una famiglia da mandare avanti non frequentano certo i blog su internet a lasciare commenti stupidi, magari pensando che facendo citazioni da quinta ginnasio come “ubris”, dimostrano di avere una cultura immensa.. Chiunque abbia fatto un liceo classico sa cosa vuol dire una parola del genere e quindi si parla di milioni e milioni di studenti in tutta italia.. Quindi QUALCUNO dovrebbe tirarsela veramente poco solo perchè riesce a usare i caratteri greci nel suo commento
    (fra l’altro –> “ubris nell’accezione letterale dal greco”.. frase molto chiara.. certo.. che altri significati avrebbe il termine ubris? non mi pare che oggiggiorno il termine venga usato nell'(italiano/greco/qualsiasi altra lingua) parlato, tantomeno che abbia un significato diverso da quello di Senofonte)

    Inoltre è da persone veramente ignoranti (.. termine nell’accezione letterale dal greco obviously.. ) pensare che uno che studia architettura, anche la magistrale a ciclo unico, debba/voglia diventare PER FORZA architetto… Questa facoltà apre molte altre strade, sveglia.. Infine avere voti alti è sì un merito, cari miei, perchè quelli che si spaccano la schiena mille ore per uno stipendio da fame, se avessero studiato di più, oggi farebbero un lavoro migliore.. Infatti (specialmente 20 anni fa) per chi era davvero bravo c’erano molte più borse di studio di adesso.. E non dico tanto per dire, ho casi in famiglia di gente, il cui padre era un manovale sfruttato-sottopagato, che hanno fatto l’università negli anni 50 (cioè quando i più manco arrivavano alle superiori).

    Quindi Filippo continua così e fai quello che ti pare, del resto questo blog è il tuo, non di certo di Arianna o di Cippimero Cippimerli.. se la password per accedervi l’hai tu, un motivo ci sarà pure..

  20. occhiali su 5 photo sono da Marc Jaobs o di chi? sono meravigliosi, e tu stile e pacesco!! fai ancora tanta cerriera in la moda! auguri

  21. Nulla da contestare circa il tuo look…chic ma con un tocco di originalità.
    Ma una persona con tanto “stile”come te…non può scrivermi però Marc JACOB’S!Ti ricordo che il famoso stilista si chiama Jacobs(il nome è tutto attaccato per intenderci).
    L’apprezzamento per la moda,si vede dalle piccole cose…e se mi pecchi su queste cose,beh………
    Chiara.

  22. Scusatemi, ma perchè lamentarsi? Se Filippo ha i soldi per comprarsi quello che vuole, perchè non farlo? E questo blog non l’ ha aperto per esibizionismo, ma perchè vole parlare della sua passione, la moda. A me sembrate feroci: io trovo che molte delle cose che si mette siano belle e particolari: non mi piacciono i jeans troppo attillati, effetto leggins, ma non gli sputo addosso insultandolo perchè non sa cosa sia la sartoria. E, soprattutto, se i suoi guadagnano e lui studia, che c’è di male a criticarlo per aver speso i suoi soldi in vestiti! Mi fa ridere la gente che, solo per invidia e per un’ aggressività estrema criticano chi ha i soldi e scegli come spenderli.

tags: