LOUIS VUITTON VINTAGE TRAVEL BAG AND MISSONI SHOES
PhotobucketPhotobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
PhotobucketPhotobucket
Finalmente un post di cui sono veramente soddisfatto!
Era da un po’, anche considerato i troppo impegni universitari il brutto tempo, che non riuscivo a preparare un post che mi soddisfacesse al 100%.
Approfittando della bella giornata ho deciso di indossare i miei nuovi mocassini scamociati Missoni, di colore giallo crema, in sintonia con il vintage  foulard in seta.
Quest’ultimo accessorio può essere una valida alternativa alla pochette da taschino; risulta infatti un ottimo elemento da aggiungere a giacca e camicia.
Il borsone invece era abbandonato in un armadio a casa, forsa è addirittura appartenuto ai miei nonni. Come lasciarlo inutilizzato?
Trovo le vecchie borse Vuitton ormai consumate e logore quasi più belle rispetto a quelle nuove. Sarà forse per il fascino che trasmettono, sarà perchè risultano vere testimoni di lunghi viaggi.
  • Jacket.Giacca: Dior Homme
  • Shirt.Camicia: Tosetti Forte dei Marmi ( tailor made)
  • Belt.Cintura: Hermès
  • Jeans: Prada
  • Foulard: Vintage
  • Shoes.Scarpe: Missoni
  • travel Bag. borsone: Vuitton


  1. ciao armonia!
    Anche a me piacciono tantissimo!!
    quelli color ghiaccio sono invece di phil!!
    buona giornata a te…
    sono già in ritardissimo!!

    hey anastasia! I’m happy you like it! =)

  2. Filippo scusami ma tu vai in giro con una borsone da viaggio come se fosse una normale borsa da portare a mano? Non trovi che sia un pochino eccessivo? Credo che questi dettagli non siano affatto sinonimo di originalità. Noto in te un’eccessiva voglia di distinguerti dalla massa ma il risultato alle volte é ridicolo e poco armonioso!

  3. spiegami…sei andato in giro col borsone da viaggio solo perch’era vintage o eri in partenza? bello si. un classicone…ma non mi sembra il massimo per le passegiate ahagahagahah

  4. Ragazzi…se ci sono andato in giro veramente per il fatto che dovevo portare:
    - necessario per la palestra,
    - pc
    - reflex!!!

    mi sono ucciso!! =)
    grazie mille cmq per i complimenti.. =)

    le cinture hermès mi piacciono molto..
    adoro anche quelle più semplici, magari in corda…
    però faccio fatica a staccarmi da quell’H! =)

  5. You look…
    how do I say this with out sounding weird?
    sexayyyy.
    lol. :))
    you dress so well it’s ridiculous it’s hard to find men who actually dress well these days.

  6. VAI IN PALESTRA CON LA VUITTON???

    :-)))))

    A parte questo sono sincero: sei impeccabile.
    Belle anche le foto. Outfit approvato al 100% !

    Sulla cintura di Hermes: alcuni la considerano tamarra.Io la trovo elegante e bisogna saperla portare.

  7. Commento anche se è la prima volta che vedo il blog.
    Sono rimasto assolutamento sbalordito, vesti benissimo! Sicuramente una delle migliori persone mai viste.
    Ho sempre abitato all’estero (Lussemburgo, al boearder con la francia) e apprezzo tantissimo il tuo stile, lo trovo un perfetto mix di Italian Style e quello stile un po’ più mainstream, più international.

    L’anno prossimo andrò a vivere a Milano per iniziare l’uni (first time in Italy ever) e spero sicuramente di incontrare gente col tuo stile.

    Domande da ignorante: in che zona vivi? Perché dalle foro sembra una bellissima zona! Devo ancora conoscere le zone belle/brutto, quindi mi vorrei informare!

    Thanks

  8. thank you all guysssss!!! you are so nice!! =)

    Roberto!! grazie mille per il commento! è davvero carinissimo!!
    sono molto felice che anche persone provenienti dall’estero apprezzino il mio stile! =)

    abito in zona brera!! a mio avviso tra le migliori di milano!!! è davvero una zona carinissima!

  9. Figurati!

    Capito!Avevo già sentito che fosse una delle zone migliori.
    Putroppo è un po’ lontana dalla zona Bocconi, dove studierò, quindi non mi conviene abitare lì il primo anno, non trovi?
    Ma gli anni dopo ci vorrei vivere, sembra molto bella.

    Thanks a lot

  10. ciao sono capitata sul tuo blog per caso (non che me ne freghi di queste stronzate)..mi sono soffermata a leggere e a guardare le tue foto solo per confermare l’idea che ho che certa gente sta proprio male!
    la domanda è: ma che senso ha fare un blog come il tuo? a che scopo? per ostentare la tua ricchezza?ps:non è una critica è solo curiosità

  11. Some good, some bad. Nice of you to include the neglected “Louis”, but it is so big that it needs to be balanced by actual travel shoes and jacket; as it is it just looks like an over powering addition to a look unsuited to travel. Those shoes are too delicate to travel with; one step on the train and they would be grey rather than cream. Those shoes are more suited to an evening stroll after a day at the beach; nothing challenging, just slow and pleasant. The rest is well considered.
    I think that sometimes your looks are so impractical that they would make any man uncomfortable and thus inelegant: no one wants to have to be “precious” about a certain piece of clothing that is museum quality and might, through just one wearing, be made worthless, because this sort of wastefulness is unconscionable. Rather, an elegant man will spare no expense for the best quality, something well cut and well made that offers the onlooker pleasure in the line, cut and polish, while assuring the gent himself the feeling that he is wearing something of uncompromising quality that will last a lifetime. Truly a gem that his grandsons’ may indeed find in a closet in thirty years. The art for you is to find a way of making the stylish and the practical join together seamlessly.
    Vintage Louis is cool. I carry a vintage Randonee and it is great. Well over twenty years old and still early in its life. It will last twenty more with minimal care and then be sent for repair, and this to me justifies the high initial cost.
    I long for you two to embrace your past and your heritage. To look to the style of your grandfathers and great grandfathers and understand how they were able to be stylish in the face of turmoil and huge losses in the twentieth century. What else lurks in their closets that is of uncompromising quality that would likely fit you today? To take those vintage items, the ones that have seen hard times and emerged triumphant? Now, that would be interesting and would serve to honour the lives and the style of those who have faced the hardships of a changing world with the style and grace that only an Italian can manage.