Icon: Stefano Pilati

He worked with Giorgio Armani, Tom Ford and Miuccia Prada, he revived an agonizing Yves Saint Laurent.

Few words are enough to understand who is Stefano Pilati, young but not super young talent Made in Italy.
Stefano Pilati is also a “bad boy” and thanks to this he’s been able to revive YLS receiving also few criticisms and opposition, especially at the beginning of his career inside the fashion house.
You know, taking the steps of the master of masters is an almost impossible task but he’s succeeded even without diluting his strong personality too. Pilati recently (in February 2012) left his role at YSL, position held since 2004, with great displeasure.

In 2013 he became Creative Director at Ermenegildo Zegna.

Stefano Pilati
Stefano Pilati
Stefano Pilati
Stefano Pilati
Stefano Pilati
Stefano Pilati
Stefano Pilati

  1. mmmmmmm son pensieroso: non mi è dispiaciuto questo post, anzi, mi è proprio piaciuto, soprattutto se potessi considerare questa via, per creare un piccolo filone, mi spiego meglio: mi pare di ricordare che ammiri George Cortina, sicuramente non passa inosservato, e oltre a lui ci sono tanti personaggi, che gravitano attorno a tematiche compatibili col tuo blog. Sono sempre presenti alla manifestazione di Pitti, tutti li vedono in foto, ma in pochi sanno di chi si tratta, e sono direttori di magazines, buyers, pr. Siccome ti stimo, ti dico come tuo lettore, che potrebbe essere una buona idea, per colmare i giorni buchi in cui non pubblichi tuoi outfit, regalare comunque ai tuoi lettori, un nuovo post,sempre sul menswear maschile, approfondendo su questi personaggi, un motivo in più per aprire il tuo blog quotidianamente, ( sai, servono pochi minuti per leggere un post, quindi, quando si apre la pagina e si vede che il giorno non c’è niente di nuovo, rimane quel pizzico di amarezza ).
    Rinnovo la mia stima per il tuo lavoro,continua così, e ti auguro una buona Pasqua

  2. Here in france nobody really unferstood the ebd of his contract with YSL
    The results were reaaly good
    Financially and artistically speakking, according to the press

tags: ,