LOUIS VUITTON ACCESSORIZES
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
Photobucket
My summer holidays are finished. I don’t know if I have to be happy, in fact I love Milan and my annual routine, or if I should complain because now I must start to study hard (I will have an exam at the end of september).
Even If I still have to post some photos taken during the days spent in Forte dei Marmi, I’ve decided to give  priority to this shooting. I’ve been in Milan during this week so I’ve finally met Phil (He kindly helped me to take this photos) after the break at the sea.
It’s a simple summer outfit, Milan is still very hot,  characterized by LV accessorizes. I bought these shoes 2 years ago, but I’ve almost never worn them. They are extremely uncomfortable to wear.
I’ve also opted for a white and blue shirt as to break the sandy nuances that dominate the whole outfit.
Ps. I found this Giorgio Armani sunglasses in the sea while I was swimming. Isn’t this a big lucky break?
  • Truzzi 1912 for Hydrogen shirt
  • H&M beige shorts
  • Louis Vuitton Damier Belt and shoes
  • Giorgio Armani sunglasses
  • Primark bracelets
  • Tiffany ring
  1. noto con piacere il ciuffo domato (sta molto meglio così) il tono muscolare e l’abbronzatura.
    comn dispiacere il permanere nell’orda dello short (per uomo o per per donna, sono volgari e tamarri) e delle scarpe senza calze (idem).
    peccato per le scarpe scomode!
    gli occhiali potevano restare a mare, per quanto mi riguarda, sono troppo grandi per i tuoi segni ma tant’è.
    nel complesso gli accostamenti sarebbero ottimali, peccato per gli short, non vedo l’ora che passino di moda.

  2. diciamo fortuna! =)

    eccoti tralalla! mi mancavi!!
    vedo che almeno sei più rilassato/a! =)
    aio trovo i pantaloni corti comodissimi, poi devo dire che visto la mia non proprio altezza stratosferica aiutano. poi visto l’abbronzantura, volevo scoprire il più possibile: una buona volta che c’è =)

  3. Cosa c’è di più tamarro e fuori moda di abinare scarpe e cintura uguali?
    Ovvio non si abbinano mai scarpe nere e cintura marrone (o viceversa) ma nemmeno così!!

  4. SI anonimo delle 14.46 hai ragione; le scarpe sono molto rovinate sia in punta sia sul tallone. Questo trovo sia un buono spunto per parlare del servizio clienti Vuitton.
    Queste scarpe sono state davvero indossate un paio di volte ma da subito la pelle ha iniziato a consumarsi. Portate in negozio, hanno etichettato questo difetto come usura. Da questo ho capito che non comprerò mai più scarpe Vuitton.

  5. Effettivamente abbinare scarpe e cintura è ormai demodè come direbbe Karl :D
    Sicuramente sei uno dei blogger maschili più eleganti anche se secondo me risulti più interessante quando ti avventuri in outfit più moderni e rischiosi rispetto a quando opti per lo stile classico (ma forse qua sono anche i miei gusti personali a condizionarmi :D). Se posso darti un consiglio seleziona le foto, meglio poche ma significative piuttosto che tante tutte uguali e che rischiano di far diventare il post dispersivo e monotono.

  6. Sentirmi dire di mettere meno foto non puù che sollevarmi!! XD
    personalmente sono un maniaco dell’abbinamento scarpa cintura: odio anche avere addosso una cintura che si discosta anche solo di una tonalità.
    detto questo, forse l’abbinamento che ho utilizzato sarà banale ma c’è da dire che la fantasia damier è talmente delicata da essere quasi impercettibile. Non mi pare dia quell’effetto “logo” che magari avrebbe conferito il più classico tessuto Vuitton.

  7. Ma guarda, tu sei anche carino, peccato per le gambette corte, ma tant’è!
    Mi piaci molto di più nei look a basso tasso di “checcaggine”. Bada bene, non è una chiosa che implichi un giudizio morale sugli orientamenti sessuali, la checcaggine è una conditio estetica che accomuna i blogger XY e francamente… avete rotto!!

  8. Eccomi con un altro commento!
    Dopo aver visto il post ieri, oggi sono uscito con shoerts kakhi, camicia a righe e cintura abbinata alle scarpe (che non è tamarro)! =)

    Da fashion blogger mi schiero nuovamente con te contro Claudine, e credo che definire una conditio estetica “checcaggine” sia una cosa molto italiana. L’idea che l’uomo alla moda sia necessariamente gay ha leggermente rotto, altro che la “checcaggine”! Claudine, stamattina è uscito L’Uomo Vogue di Settembre, ti consoglio di sfogliarlo, noterai molti modelli ad alto tasso di checcaggine, nonchè uno special sulla gonna\kilt maschile!

  9. E’ vero, i miei occhi cadono sempre lì, adoro i corpi longilinei!:-)) Però ti dico sempre che sei carino, ha un bel viso e occhi dolci, compensi bene, direi!:-))
    Andrea Carboni io contesto (che poi il verbo contestare lo lascerei per cause più nobili) proprio il fatto che essere alla moda per l’uomo equivalga a vestirsi da checca (ribadisco, perché ci tengo, che qui i gusti sessuali non rilevano affatto, le mie sono mere considerazioni estetiche). A me non piace! Che poi tu mi consigli, povera tapina provinciale che non sono altro, di leggere Vogue Uomo per trovarci la verità internazionalmete riconosciuta manco si trattasse della Torah, beh, permettimi di risponderti con una pernacchia! Ma no che non lo leggo Vogue Uomo, ma nemmeno Vogue Donna, Vogue Checca e ci metterei pure Vogue Scimmia!

tags: